post

Progetto psicologico

Buonasera cari lettori,

Purtroppo la pandemia ci ha costretti ad essere lontani dal calcio che tutti noi amiamo, quello dei campi sportivi pieni di ragazzi che sudano e si divertono, quello degli spalti pieni di genitori e tifosi che condividono l’amicizia e la passione per questo meraviglioso sport. Nonostante questo, però, abbiamo l’obbligo morale di non fermarci ma di sfruttare al meglio le opportunità che questa pausa ci offre. E quale miglior occasione per formarci insieme e farci trovare pronti per dare il massimo ai nostri ragazzi? In questa direzione siamo orgogliosi di condividere con voi l’attivazione del progetto psicologico “Genitori consapevoli, allenatori, formatori, giocatori protagonisti” grazie alla collaborazione con la Dott.ssa Valentina Topini – Psicologa. Scopriamo insieme un extract del progetto..“Tutto quello che so della vita l’ho imparato dal calcio”Questa frase è dello scrittore-filosofo, francese, A. Camus, portiere dilettante, con una grande passione per il calcio, costretto a smettere di giocare giovanissimo per seri problemi di salute, che testimonia la dimensione educativa globale con cui la società ASD Castiglione del Lago vuole affermare la pratica sportiva calcistica del proprio settore giovanile.Il progetto nasce con la consapevolezza che la scuola calcio debba avere un carattere multidimensionale, capace di rappresentare un punto di riferimento per i nostri ragazzi per quanto riguarda gli aspetti motori, tecnici ed educativi. Per questo, il progetto, ha la finalità di coinvolgere tutte le figure che ruotano intorno alla scuola calcio potenziando la propria offerta formativa avvalendosi di una figura professionale affinché si raggiunga un ambiente educativo, relazionale e comunicativo adeguato alla crescita dei tesserati. L’intento di questo progetto è quello di diffondere l’ideale di uno sport positivo come un’opportunità di formazione, educazione e crescita dei giovani allievi a cui si cerca di fornire la migliore esperienza sportiva possibile, orientata al rispetto delle regole e dell’altro-da-sé, contribuendo così allo sviluppo di valori etici e principi nell’adulto di domani, permettendo anche di avere strumenti alternativi per una lettura di una attuale realtà calcistica spesso, purtroppo, dominata da comportamenti anti-sportivi.” Presto, in attesa di tempi migliori, arriveremo con delle psico-pillole..stay tuned!!!