post

Ast Umbria

In attesa di tempi migliori, con grande orgoglio siamo lieti di comunicarvi che la nostra società è stata scelta per realizzare il  progetto AST “AREA DI SVILUPPO TERRITORIALE”. Tale progetto vede coinvolte 6 scuole calcio élite umbre ed ha la finalità di promuovere nel territorio la filosofia, le indicazioni metodologiche e le linee guida del “programma di sviluppo territoriale” realizzato dal Settore Giovanile e Scolastico e dal Settore Tecnico. Il percorso formativo prevede una serie di appuntamenti presso la nostra struttura con lo staff federale e coinvolgerà atleti, tecnici e famiglie.
https://bit.ly/2HKkSe4

post

Massimiliano Marchetti

Riflessioni del nostro Vice Presidente Massimiliano Marchetti:
Ho pensato in queste ore di scrivere qualche riflessione, è stata una scelta difficile perchè sono sempre stato fuori dai riflettori, per indole, lasciando giustamente a mio padre, il Presidente, il compito di apparire ed esternare pubblicamente il suo pensiero. Siamo però arrivati, a mio avviso, ad una situazione in cui la coscienza mi impone questo passo. Non voglio pontificare, non voglio prevaricare, semplicemente testimoniare. Testimoniare il disagio, profondo, per quello che è stato deciso, parlo di dati di fatto e non di impressioni. Siamo l’ ultima Regione a ripartire, lo facciamo con un campionato a 18 squadre, forse unica Regione a intasare il calendario invece che a sfoltirlo, lo facciamo in una condizione in cui la nostra Regione, che a marzo- aprile aveva numeri tranquillizzanti, vive un’ impennata di contagi, ricoveri ed aumento anche delle terapie intensive, peraltro presenti in numero non soddisfacente. Lunedì ho partecipato, mio malgrado vista l’ impossibilità di mio padre e di altri dirigenti, ad una diretta Zoom che mi ha fatto cadere le braccia, sinceramente. Io non sono un luminare, sono solo un semplice medico che vive quotidianamente questa situazione lavorando in Pronto soccorso e al 118. Io non sono un gufo, non sono un menagramo, ricordo che, a differenza di altre compagini, che dalla situazione COVID hanno avuto dei vantaggi in termini sportivi, la nostra squadra è stata bloccata a marzo in condizioni di forma smagliante, dopo il rodaggio iniziale da neopromossa e con una squadra quasi completamente nuova, eravamo lanciatissimi prima dello stop (abbiamo chiuso a tre punti dal terzo posto, primi nel girone di ritorno, miglior difesa del campionato e con concrete prospettive di accedere ai play off). Come Vicepresidente che seguiva tutte le partite in panchina, con entusiasmo , come Medico e come piccolo imprenditore che ha compiuto investimenti importanti in uno dei settori più martoriati dal Covid., come potrei non augurarmi che sia tutto un bluff, che sia una semplice influenza, che ci siano solo asintomatici?? La mia esperienza quotidiana purtroppo mi dice il contrario e la vivo sul campo , non sui social (che peraltro non ho neanche). Quando, a marzo, i Medici erano diventati eroi nazionali, si facevano le serenate sui balconi e si sperava in un mondo migliore, nel mio scetticismo dicevo: Quando finirà la luna di miele? Purtroppo è già finita, me ne accorgo dal SSN che certo non si è attrezzato a sufficienza, me ne sono accorto dalla diretta su Zoom, dove si è continuato, anche se non da tutti, a minimizzare o far finta di niente. Spero che la Federazione e le Società possano decidere ora che si è ancora in tempo. Fermarsi è scelta di coraggio, non di codardia. Noi siamo pronti, con strutture, protocolli e una squadra competitiva. Ma non intendiamo anteporre le nostre ambizioni al Bene Comune. Ditemi poi che senso ha un campionato interminabile senza pubblico, senza sponsor, senza poter abbracciare i nostri ragazzi, con una tensione e un’ansia che si taglia con il coltello.
Spero in una riflessione di tutti. Grazie.

post

Coppa Italia Eccellenza

Il raggruppamento A della Coppa di Eccellenza umbra si è concluso nel segno dell’ “X”. Tre pareggi nel triangolare fra Lama, Sansepolcro e Castiglione del Lago che premiano la formazione Lamarina in virtù del maggior numero di reti segnate (due contro una, ma con la medesima differenza reti). A Sansepolcro serviva vincere o almeno pareggiare con gol per andare a sorteggio ma le due compagni si “fanno male”, ottenendo l’unico risultato a disposizione che non sarebbe servito a nessuno. Alcune buone chances per entrambe le squadre che tuttavia escono a testa alta nel girone di ferro della manifestazione.

Il tabellino della gara:V.A. SANSEPOLCRO-CASTIGLIONE DEL LAGO 0-0
V.A. SANSEPOLCRO: Ranieri, Beers, Pedrelli, Arcaleni, Burzigotti (43′ st Vapore), Gorini, Braccini S., Carbonaro G., D’Urso (37′ st Lomarini), Brizzi (39′ st Carbonaro M.), Losavio (16′ st Braccini D.). A disp.: Guerri, Farinelli, Romoli, Bacciarini, Boriosi. All.: Mezzanotti
CASTIGLIONE DEL LAGO: De Vincenzi, Mecarelli (38′ st Ceccarelli), Silvestri, Antolini, Fiorucci, Moyano, Stirati (19′ st Pomerani), Magionami (19′ st Procacci), Menichini, Aquila (10′ st Brescia), Bura. A disp.: Faritti, Morgan, Tangorra, Peverini, Papini. All. Farsi

ARBITRO: Nicchi di Gubbio (Salari-Palmieri)
NOTE: al 31′ st espulso Beers per fallo da ultimo uomo.

post

Il Pres. Mario Marchetti

Figura di fondamentale importanza è il Professor Mario Marchetti, presidente dell’ex Trasimeno e della nuova società ASD Castiglione del Lago.
Certo è che quando due realtà importanti decidono di unirsi c’è sempre bisogno di un periodo più o meno lungo di rodaggio affinché si trovi il giusto equilibrio. Ad oggi, però, la fusione sta dimostrando che era un qualcosa di assolutamente necessario: “Era una cosa troppo giusta per non essere fatta- dice il Presidente Marchetti- Io e Renato Sgaravizzi andiamo più che d’accordo! Una prima squadra così importante come lo è la nostra Eccellenza che lotta per salire, necessita di un settore giovanile altrettanto importante. La fusione era quindi un bisogno naturale. Il nostro sogno è quello di avere una prima squadra in Eccellenza o, perché no, in una categoria superiore, composta da giocatori del posto, nati e cresciuti con noi e pronti ad esplodere. Su 400 ragazzini speriamo di trovare qualche eccellenza; io sogno un novello Okaka!- continua- Per adesso le cose vanno bene e tutti siamo felici.”
Se da un lato il Presidente si mostra ottimista ed orgoglioso, dall’altro, non nasconde le sue paure e perplessità in merito alla realtà storica che tutti noi ci troviamo ad affrontare: ”La convivenza con il COVID è davvero drammatica, le problematiche sono allucinanti e molteplici. Sono convinto che il nostro campionato di Eccellenza non verrà sicuramente portato a termine; a mio avviso è stato un errore fare un unico campionato piuttosto che due gironi da 9 squadre. Credo che sarebbe stato meglio sospendere tutto per quest’anno”- rivela a malincuore.
Tuttavia, la speranza di poter continuare a giocare emerge chiaramente nell’impegno e l’amore dedicato ai lavori di miglioria del nostro stadio, il Roberto Giommoni di Castiglione del Lago: “Abbiamo una location eccezionale che già avevamo migliorato un po’ lo scorso anno; adesso però l’abbiamo resa bella, bella, bella… E’ troppo bella! Il panorama circostante si presta bene, è eccezionale!” dice emozionato il Presidente.

Sulla scia di queste speranze la Castiglione sogna l’ascesa, consapevole degli ottimi risultati conseguiti sino ad oggi: “Noi cerchiamo di salire ma ci tengo a ricordare che l’anno scorso, finendo sesti, abbiamo ottenuto il risultato migliore di sempre per la vecchia Trasimeno. Teniamo presente che nel girone di ritorno eravamo primi per cui se avessimo finito il campionato avremmo sicuramente giocato i play off e li si sa, tutto può succedere. Sicuramente nemmeno questa’anno riusciremo a finire però abbiamo costruito una squadra degna ed importante. Noi ce la mettiamo tutta, abbiamo fede”- termina così il presidente Mario Marchetti.
Un grande in bocca al lupo alla sua nuova società!
Foto e pezzo di Roberta Paggetta

post

Coppa Eccellenza Umbra

Seconda giornata Coppa Italia Eccellenza Umbra
ASD Castiglione del Lago – Lama 1-1

CASTIGLIONE DEL LAGO: De Vincenzi, Mecarelli, Silvestri, Antolini, Fiorucci, Moyano, Stirati (32′ st Menichini), Aquila, Magionami (13′ st Pomerani), Procacci (18′ st Gabrielli dal 43’st Tangorra), Bura. A disp.: Faritti, Moragan, Peverini, Papini, Ceccarelli,. All.: Farsi.
LAMA: Vadi, Poeti, Volpi, Salciccia (29′ st Mambrini), Fondacci, Cappellacci, Locchi (11′ st Bernicchi), Morvidoni, Bartolucci, Salvucci, Scarselli (11′ st M. Bartolini). A disp.: Mannarini, Giorni, Bastianoni, Bocanegra. All.: Pierotti.
ARBITRO: Pannacci di Perugia (Massini-Caravella).
MARCATORI: 16′ pt Bura (T), 39′ pt Scarselli (L).
Riposa V.A. Sansepolcro
CLASSIFICA (* una gara in più) – Lama 2*, V.A. Sansepolcro 1, Castiglione del Lago 1.
📸 @robertapaggettaph

post

Benvenuta Valentina!

Oggi siamo lieti di presentarvi la collaborazione con la Dott.ssa Valentina Topini. Psicologa Psicoterapeuta Psicoanalitico Esistenziale in formazione, iscritta all’Albo degli Psicologi della Regione umbria con numero 1246, sezione A. Ha conseguito una Laurea Magistrale in Psicologia Clinica e della Salute presso la Facoltà di Psicologia dell’Università degli Studi di Firenze. Riceve in 3 studi, Castiglione del Lago, Perugia e Bastia. La Dottoressa Topini condurrà durante l’anno degli incontri mirati con genitori allenatori e bambini e sarà responsabile di un nuovo e interessante progetto legato alla scuola calcio…#staytuned.
A Valentina va il nostro grande e affettuoso benvenuto!!!

post

All.congiunto 1squadra

Termina con una vittoria per due reti a zero l’ultimo allenamento congiunto prima dell’avvio della regular season per la prima squadra. Sul sintetico di Sanfatucchio, che ospiterà i nostri ragazzi anche nell’imminente turno di coppa Italia di eccellenza, la compagine guidata da Mister Farsi si è imposta sul Ventinella (squadra che milita nel girone A di Promozione) in virtù della doppietta siglata dal centrocampista classe 1997 Daniele Aquila. I biancorossi chiudono così imbattuti il proprio precampionato, in attesa di conoscere chi sarà l’avversaria in coppa fra Lama e Sansepolcro nel debutto ufficiale stagionale di mercoledì 7 ottobre.
TABELLINO:CAST. DEL LAGO 2-0 Ventinella
ASD CASTIGLIONE DEL LAGO (3-5-2): Faritti (40’st Hajdari); Fiorucci (18’st Tangorra), Moyano, Mecarelli (35’st Pagliccia); Magionami (1’st Pomerani), Aquila (40’st Papini), Antolini, Procacci (18’st Passeri, 35’st Peverini), Silvestri; Bura (40’st Morgan), Stirati (25’st Ceccarelli). All.: Farsi
VENTINELLA (4-3-3): Miccio; Morucci, Sacco, Trentini, Sacchetti; Mariani, Pinazza, Montacci; Catani, Favaroni, Spiaggia. Entrati nella ripresa: Mencarelli, Mattielli, Catorci, Sneji, Versiglioni, Bobò, Cardinali, Pici, Timbri. All.: Bisello Ragno
Marcatori: (2) Aquila

post

Triangolare a Mantignana

LA PRIMA SQUADRA DI MISTER FARSI SI AGGIUDICA IL TRIANGOLARE DI MANTIGNANA. DI SEGUITO TABELLINI E RISULTATI:

Santa Sabina 1-1 CAST. DEL LAGO (3-4 d.c.r)

(3-4-1-2): De Vincenzi; Antolini, Moyano, Mecarelli; Magionami, Brescia, Aquila, Silvestri; Bura; Stirati, Menichini. All.: Farsi

Marcatore: Bura

Mantignana 1-2 CAST. DEL LAGO

(3-4-1-2): De Vincenzi; Fiorucci, Moyano, Mecarelli; Magionami, Antolini, Aquila, Silvestri; Brescia; Bura, Ceccarelli. Subentrati: De Leo, Peverini, Papini, Pagliccia. All.: Farsi

Marcatori: Ceccarelli (2)

Classifica finale:

CASTIGLIONE DEL LAGO 5 – Mantignana 3 – Santa Sabina 1

post

Responsabili Scuola Calcio

“Vogliamo trasmettere ai bambini la passione per lo sport”: queste le parole di Paolo Bernardini ed Emanuele Rossi, i due responsabili della scuola calcio della nostra nuova società.Paolo è all’interno della società da ben dieci anni, inizia infatti nel 2010 con l’ex Sanfatucchio dove ha sempre ricoperto il ruolo di allenatore; questo, invece, è il suo primo anno da collaboratore responsabile della scuola calcio insieme ad Emanuele Rossi. Emanuele conosce la società sin da piccolissimo in quanto è cresciuto e vi ha giocato fino alla categoria degli Allievi. Nel 2010 inizia la facoltà di scienze motorie e fa ritorno a Sanfatucchio, questa volta come allenatore; ha svolto qui vari incarichi, tra cui quello del preparatore atletico delle squadre agonistiche.Quest’anno ricopre esclusivamente il ruolo di responsabile: aspetto rinnovato rispetto agli anni precedenti nei quali il responsabile era spesso anche un allenatore; ora, invece, tale figura resta esterna al campo da gioco, seguendo e coordinando il lavoro degli allenatori di tutte le categorie.“Come scuola calcio cerchiamo innanzitutto di creare un progetto, in modo tale da avere per ogni categoria degli obbiettivi ben precisi. Attraverso il confronto degli allenatori capiamo quali sono le esigenze a livello socio-educativo e tecnico per avere delle linee guida comuni. Cerchiamo di dare ai ragazzi un’identità ben precisa e insegnargli un modello di comportamento che consideriamo ideale. Vogliamo trasmettere la passione per lo sport che non sia limitata solo al calcio; il nostro obiettivo è cercare di far crescere i bambini nell’idea che l’attività fisica è un aspetto fondamentale nella loro vita e che vada integrata a tutte le altre attività” spiegano i responsabili.“Definiamo un percorso dove inizialmente il bambino possa acquisire l’amore e la passione per lo sport; crescendo viene sempre più proiettato al calcio, per cui cerchiamo di unire la crescita psicofisica a quello che è il loro obiettivo, inserendo la componente tecnica attraverso modi di lavorare più complessi”.La scuola calcio è ripartita pochi giorni fa nel rispetto delle norme di sicurezza; quest’anno, inoltre, grazie alla fusione, il numero dei bambini è ovviamente aumentato e avere un’organizzazione migliore in termini di aiuto reciproco e di strutture è assolutamente positivo.Gli allenatori si sono incontrati e hanno avuto modo di confrontarsi quest’estate affinché la ripartenza potesse avvenire nel rispetto dei protocolli e in tutta tranquillità.Tuttavia, nonostante la nuova società disponga di tre campi (Sanfatucchio, Panicarola e Castiglione del Lago), abbiamo voluto che la struttura di Sanfatucchio restasse il punto di riferimento della scuola calcio in quanto vanta di impianti idonei allo sviluppo degli allenamenti, inoltre avere una struttura in comune è un aspetto importante affinché gli allenatori possano confrontarsi quotidianamente ed avere il materiale di cui necessitano sempre a loro disposizione.“Siccome l’obiettivo è quello di sviluppare la scuola calcio élite, per ogni categoria abbiamo previsto un allenatore qualificato coadiuvato da figure che per noi erano idonee a stare con i ragazzi e che per la maggior parte sono laureati o laureandi in scienze motorie. Inoltre, molti di loro sono cresciuti in questa società per cui ne conoscono l’identità e soprattutto, ciò ci inorgoglisce perché significa che ne conservano un buon ricordo” -spiegano i responsabili- “Inoltre, un’altra novità è quella di aver inserito nel nostro staff la figura del preparatore motorio nell’attività di base, ampliando così l’offerta formativa per i ragazzi; se prima era l’allenatore ad occuparsi di tutto, avere una figura specializzata significa essere più precisi e curare con maggiore attenzione il percorso di crescita dei nostri ragazzi”.
Di Roberta Paggetta

post

ASD C.Lago – PG Primavera

Ieri sera presso il campo di Sanfatucchio si è tenuto il quarto allenamento congiunto per i ragazzi di mister Farsi, sempre più vicini all’inizio del campionato 2020/2021. Termina con un pareggio di 1-1 l’allenamento congiunto di 80 minuti (40 a tempo) tra ASD Castiglione del Lago e i ragazzi del Perugia Primavera. Gli avversari partono in vantaggio con la rete del numero 10 al 6′ pt, ma soli due minuti dopo, all’8′ pt, Bura, porta i suoi compagni sull’1 a 1. Nei minuti successivi vediamo le due squadre cercare il sorpasso ma il risultato rimane invariato fino al termine della partita. Inoltre ieri sera è stato definito il girone di Coppa Italia regionale che ci vedrà affrontare Lama e Sansepolcro. Questa sera invece verrà sorteggiato il calendario delle partite di coppa.

Per guardare la Fotogallery visita la nostra pagina Facebook o clicca sul link sotto:
Fotogallery ASD Castiglione del Lago – Perugia Primavera